Sequestro Green Hill, l'azienda: "Sconcerto per il clima persecutorio"

"Questo allevamento è stato sottoposto ad innumerevoli controlli, che non ha rilevato il benché minimo scostamento dalle norme che regolano l'allevamento degli animali"

green-hill-sequestro2-2La nostra attività non ha altro scopo se non quello di allevare animali destinati alla ricerca scientifica; ogni riferimento ad attività di allevamento dei cani destinati alla ricerca cosmetica è semplicemente privo di fondamento".

E' quanto scrive Green Hill in una nota, intervenendo sul sequestro dell'allevamento di cani beagle per la sperimentazione eseguito in mattinata da polizia e guardia forestale su mandato della procura di Brescia.

- Sequestro Green Hill: NO all'adozione

"Questo allevamento - si legge nella nota - è stato sottoposto ad innumerevoli controlli, non ultimi quelli effettuati per conto della procura che non ha rilevato il benché minimo scostamento dalle norme che regolano l'allevamento degli animali".

Anche la polizia locale di Montichiari, tiene a specificare l'azienda citando il decreto di archiviazione del gip di un'altra, precedente inchiesta della Procura di Brescia, avrebbe evidenziato che "non emergono situazioni di maltrattamento o situazioni aziendali che siano causa di rischio di maltrattamento" per i beagle, che sono tenuti in "numerosi box, di buone dimensioni, con un'ampia libertà di movimento".

"Adesso questi controlli, condotti anche da ASL ed esimi professori universitari per conto dell'Istituto Zooprofilattico di Brescia, - continua la nota di Green Hill - sembrano aver perso la loro validità. Siamo sconcertati dal clima di persecuzione a cui stiamo assistendo, arrivato al punto di bloccare un'attività che dà lavoro a decine di dipendenti per cercare di dimostrare la validità di accuse pretestuose respinte nei fatti da innumerevoli ispezioni".


- Sequestro Green Hill, gli animalisti: "Approvate in Senato la legge anti-vivisezione"
- Green Hill: la forestale sequestra l'allevamento di beagle
- Assalto a Green Hill, due giorni dopo: «Situazione degenerata e ingestibile»


Animalisti: ecco le prove delle soppressioni
Guarda il video

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Porta una sedia in giardino, gli cade sopra: carotide recisa, muore a 44 anni

  • Tempesta nella notte: frane e fiumi straripati, paese in ginocchio

  • Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

  • Lago di Garda, prurito quando si esce dall'acqua: è la "dermatite del bagnate"

  • Lombardia, primo morto Covid dopo 5 giorni: un 81enne di Lumezzane

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento