rotate-mobile
Cronaca

Su un furgone cocaina per 15 milioni di euro: il sequestro record

Arrestato un trentasettenne

Nel primo pomeriggio di ieri, lunedì 6 marzo, i finanzieri e gli agenti della polizia stradale hanno sequestrato oltre due quintali di cocaina sull'autostrada A4, tra i caselli di Verona e Sommacampagna. 

I Baschi Verdi hanno individuato un mezzo commerciale che procedeva a velocità anomala: dal controllo della targa, quest'ultima è risultata "oggetto di una pregressa segnalazione della questura di Genova per possibile utilizzo per traffico di stupefacenti", si legge in una nota.

Le Fiamme Gialle hanno subito allertato gli agenti della Polstrada, competenti al controllo dei veicoli sulla rete autostradale e già presenti su quel tratto di A4. 

La Volante ha quindi scortato il furgone sospetto fuori dal casello, per procedere alla verifica unitamente ai finanzieri: la perquisizione ha consentito di rinvenire ben 200 panetti di cocaina del peso complessivo di quasi 220 chili; la droga è poi risultata avere un elevato grado di purezza.

Al volante c'era un trentasettenne di origini extracomunitarie, il quale è stato arrestato con l'accusa di traffico di sostanze stupefacenti: ora si trova in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida.

La cocaina sequestrata avrebbe potuto fruttare sul mercato dello spaccio circa 15 milioni di euro: "In considerazione dell’ingente quantitativo – hanno spiegato i finanzieri –, non si esclude che la droga fosse destinata a un mercato più ampio rispetto a quello scaligero".

Articolo originale su Veronasera.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su un furgone cocaina per 15 milioni di euro: il sequestro record

BresciaToday è in caricamento