Folle fuga in auto per le strade di Salò, la corsa finisce con uno schianto

Due rumeni non si fermano all'alt dei Carabinieri di Manerba e scappano, a bordo di una Ford Orion, a tutta velocità. Nel bagagliaio nascondono generi alimentari rubati nei supermercati della zona.

La macchina, risultata poi rubata a Cinisello Balsamo, sulla quale viaggiavano ha messo in allarme i Carabinieri di Manerba impegnati in un controllo. Una Ford Orion, un modello desueto prodotto alla fine degli anni '80, che non è certo passata inosservata.  Ma, quando il comandante della stazione, il Maresciallo Fainelli, ha intimato al veicolo di fermarsi, i due rumeni hanno schiacciato l'acceleratore e sono scappati a tutta velocità.

Nel bagagliaio nascondevano, infatti, generi alimentari, per un valore di 300 euro,  rubati dagli scaffali del Carrefour di Salò e dell'Eurospin di Puegnago. Alimenti che secondo gli inquirenti erano destinati al contrabbando.

Inseguiti dai Carabinieri i due rumeni, di 27 e 29 anni, hanno seminato il panico per le strade di Salò. Molta paura ha avuto, soprattutto, il titolare di un'azienda nel cui piazzale si è concluso l'inseguimento.  L'uomo si è visto arrivare la Orion a tutta velocità e per la strizza si è aggrappato al cancello. La fuga dei due banditi è, invece, terminata con lo schianto contro un Fiat Ducato parcheggiato vicino all'azienda. Inutile la corsa a piedi, i militari li hanno presi dopo un km.

L'arresto dei due rumeni è stato convalidato e dovranno presentarsi in caserma tre volte alla settimana. Il titolare dell'azienda, per lo scampato pericolo, ha regalato all'Arma una madonnina di gesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento