Cronaca

Selfie ridendo con il gatto morto, ragazzo 'condannato' ai lavori sociali

Lo scatto che lo ritraeva in compagnia di un gatto morto e due amici postato su Facebook ha indignato il popolo della rete. La denuncia per maltrattamenti non è mai partita, per mancanza di prove, ma il giovane farà 12 ore di lavori socialmente utili

Il selfie postato su Facebook

CASTEGNATO. Si chiude la vicenda legata al selfie più cliccato e virale di Franciacorta. Uno scatto macabro, che ritrae tre giovani sorridenti in compagnia di un micio morto, ma in grado di farsi notare e commentare da migliaia di utenti. 

Un turbinio di condivisioni che ha portato anche all'identificazione di uno dei tre ragazzi immortalati nello scatto. Si tratta di un giovane di Castegnato che respinge ogni accusa di maltrattamento, ma accetta di buon grado la punizione inflittagli dal Sindaco Gianluca Cominassi: 12 ore di lavori socialmente utili. L'impossibilità di trovare le prove di eventuli maltrattamenti non hanno infatti reso possibile la denucia.

Il selfie sarebbe stato scattato in Tunisia, ma a causare la morte del micio non sarebbero stati i tre giovani. Almeno, così ha giurato il castegnatese che è stato interrogato dal primo cittadino. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selfie ridendo con il gatto morto, ragazzo 'condannato' ai lavori sociali

BresciaToday è in caricamento