Pasta di eroina da fumare nascosta nelle mutande: fermati due ragazzini

Addosso a due baby-spacciatori sono stati trovati hashish e pasta di eroina - di bassissima qualità - da spalmare sull'alluminio e poi fumare

Immagine di repertorio

Si abbassa l'età alla quale si entra in contatto con la droga, e si abbassa l'età degli spacciatori che la procurano, spesso giovani al pari dei loro clienti. Due differenti operazioni portate a termine dai carabinieri della compagnia di Breno hanno consentito di individuare due baby-pusher che rifornivano di sostanze stupefacenti gli studenti della Valle Camonica. 

La prima operazione è andata in porto nei pressi dell'oratorio di Corna di Darfo, dove i militari hanno colto in flagrante un 18enne mentre stava vendendo uno spinello a un 16enne. Addosso allo spacciatore, la sorpresa: oltre ad alcuni grammi di hashish, nelle mutande il giovane - cittadino italiano figlio di genitori marocchini - aveva della pasta di eroina, eroina di scarsa qualità (e bassissimo prezzo, 15 euro al grammo, ceduta in dosi da soli 3 o 5 euro, costi sostenibili dai ragazzini) da spalmare su fogli di alluminio e poi fumare. 

Il secondo intervento è stato invece effettuato nei pressi di una scuola nei confronti di un minorenne, un ragazzo di 17 anni italiano, figlio di genitori egiziani. Nella perquisizione sono stati trovati complessivamente ben 53 grammi di hashish (13 grammi li aveva nelle mutande, 40 nello zaino), un bilancino per il peso della droga e 500 euro in contanti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

Torna su
BresciaToday è in caricamento