A scuola solo i bambini che hanno fatto le vaccinazioni: il sì delle regioni

Il piano prevede anche possibili sanzioni ai medici che sconsigliano i vaccini. Il governo finanzierà le regioni ordinarie, mentre le speciali dovranno istituire un proprio fondo

I bambini non in regola con le vaccinazioni obbligatorie potrebbero non entrare a scuola. La Conferenza delle Regioni ha deciso di dare parere favorevole al "Piano nazionale della prevenzione vaccinale 2016-2018", in cui sono prevesti anche possibili sanzioni per i medici che sconsigliano i vaccini. Il ministero dell’Economia per ora ha chiesto un rinvio per approfondire "alcuni aspetti tecnici", legati all’impatto finanziario del provvedimento.

Un rinvio del parere finale legato quindi alla copertura economica: i fondi necessari sarebbero circa 300 milioni di euro. Il divieto di iscrizione a scuola per i bambini non vaccinati dovrà essere eventualmente regolato da una legge. Il governo finanzierà le regioni ordinarie, mentre le speciali dovranno istituire un proprio fondo. La spesa annua per la Provincia di Brescia potrebbe aumentare di diversi milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento