Messaggi d'amore sul muro del cimitero, la replica al parroco

Prima la frase del fidanzato alla ragazza, poi le critiche del parroco e infine la risposta della fidanzata... ancora con lo spray

Fonte: Pietro Paroli, Facebook

Una polemica anomala, tra due ragazzi e un parroco, veicolata sui muri e sul web. Accade a Cellatica, dove monsignor Claudio Paganini ha voluto scrivere una lettera aperta ad una ragazza dopo che il suo innamorato le aveva dedicato una frase d'amore, scritta con lo spray sul muro del camposanto. Ma andiamo con ordine. 

Qualche giorno fa sul muro del cimitero di Cellatica un anonimo ragazzo ha scritto con una bomboletta rossa una frase per la sua ragazza: "Vuoi essere la luce dei miei occhi ancora per tanto tempo??!". A distanza di alcuni giorni, monsignor Claudio Paganini ha voluto rivolgersi pubblicamente, tramite una lettera aperta, alla ragazza destinataria del messaggio d'amore, invitandola senza tanti giri di parole a lasciare il vandalo (perché di vandalismo in fin dei conti si tratta) che aveva deturpato il muro del camposanto. Piuttosto dure le parole del parroco: «Mollalo, non ti fidare di uno così. È un birbone che non ti chiama per nome, perché tu, per lui, non sei una persona unica e speciale. È un birbone perché non mette neppure il suo nome e non si prende le responsabilità. Se rimarrai incinta non riconoscerà il bambino, se perderà il lavoro dovrai mantenerlo tutta la vita. Domandagli una prova d'amore - conclude il parroco - : che esca allo scoperto e pulisca il muro e che scriva sulla sua auto: sono uno sciocco, aiutami a diventare una persona migliore». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra venerdì e sabato, la nuova sorpresa. Sul muro del cimitero è apparsa un'altra scritta,  sempre di colore rosso, ad opera questa volta della ragazza (anche se ci sono alcuni particolari che lascerebbero intendere che l'autore materiale sia stato ancora il ragazzo). Il messaggio non è rivolto solo al fidanzatino, ma è sostanzialmente una critica al parroco "impiccione" (secondo l'autrice): "Sono la ragazza, voi prete siete un maleducato a parlare di gente che non conoscete! E comunque ho detto sì! Lo amo". Chi ha ragione? O hanno torto tutti e tre?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Il figlio non risponde, è a letto privo di sensi: giovane medico in fin di vita

  • Prostituzione fuori controllo, 200 escort attive, clienti anche di giorno

  • "Gentile cliente, il punto vendita chiude": 50 dipendenti scaricati con un cartello

  • Altro caso Covid a scuola, il primo sul Garda: bimbi in quarantena nella Bassa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento