Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca Urago Mella / Via della Pendolina, 21

Incendio di via Pendolina: sciacalli tra le mura annerite

I ladri hanno cercato oggetti preziosi tra le mura in cui nella notte tra il 7 e l'8 marzo ha perso la vita l'82enne Stefania Bonardi

I resti della villetta

Ladri senza scrupoli. Sciacalli. Non ci sono parole per descrivere i malviventi che sono stati sorpresi tra i resti della villetta di via della Pendolina in cui ha perso la vita l'82enne Stefania Bonardi.

I ladri — come riportato dal Giornale di Brescia — sono stati messi in fuga da un vicino di casa carabiniere. Non sarebbe la prima volta: ci sarebbe almeno un precedente in cui alcuni sciacalli avrebbero cercato tra le mura della villetta quanto è stato risparmiato dalle fiamme.

L'incendio che ha spezzato la vita dell'82enne e ridotto in macerie l'abitazione è divampato nella notte tra il 7 e l'8 marzo. La donna è morta a causa del fumo che ha invaso gli ambienti della villetta. Ha tentato in tutti i modi di mettersi in salvo, ma ha perso la vita nel bagno dell'abitazione, mentre tentava di scappare alle fiamme attraverso una finestra. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio di via Pendolina: sciacalli tra le mura annerite

BresciaToday è in caricamento