Si ubriaca dopo il lavoro, poi picchia la madre: muratore in manette

E’ stato arrestato dai carabinieri il muratore di 56 anni, residente sul lago d’Iseo, che martedì sera ha aggredito la madre, ancora una volta

Foto d'archivio

Aveva denunciato il figlio solo una settimana prima, ai carabinieri di Sarnico: minacce, botte, insulti, soldi consegnati con la forza. Martedì sera è arrivata un’altra chiamata al 112, e per lui sono scattate le manette: i militari hanno bussato alla porta di casa e l’hanno arrestato. Non ha opposto resistenza.

Un’altra storia di violenza tra le mura domestiche, questa volta sul lago d’Iseo: i protagonisti della vicenda l’anziana madre di 77 anni e il figlio di 56, muratore con qualche problema di troppo con l’alcol. Spesso beveva dopo il lavoro, e sfogava la sua rabbia addosso alla mamma indifesa.

Una storia di violenza lunga 4 anni

I maltrattamenti sarebbero proseguiti addirittura per quattro anni. Finché poco più di una settimana fa la donna non ha preso coraggio, e ha segnalato la cosa ai carabinieri. Tempo pochi giorni ed è stata costretta a chiamare, di nuovo, il 112.

Nel tempo l’avrebbe presa a schiaffi, minacciata e insultata pur di ottenere del denaro. Quando i militari sono arrivati alla porta, era come se lui li aspettasse: si è consegnato spontaneamente. In attesa del processo, difficilmente potrà riavvicinarsi alla madre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento