rotate-mobile
Cronaca Sarezzo

Pestaggio alla fermata del bus: ragazzino di 14 anni massacrato dal branco

Ricoverato al Civile di Brescia con un gravi traumi al volto e diverse fratture.

Accerchiato e aggredito da un branco di ragazzini poco più grandi di lui, un 14enne di casa in un comune della Valtrompia è finito in ospedale, al Civile di Brescia, con traumi al volto e numerose fratture. Il brutale pestaggio sarebbe avvenuto in pieno giorno, giovedì 2 febbraio, a Sarezzo.

Stando a quanto finora ricostruito, l’adolescente sarebbe stato massacrato di botte da un gruppetto di minorenni, di età compresa tra i 14 e i 17 anni. I giovanissimi - pare fossero in 8 - lo avrebbero raggiunto alla fermata dell’autobus, al termine delle lezioni scolastiche, e poi selvaggiamente picchiato.

Il 14enne sarebbe stato colpito con una raffica di pugni e calci e poi lasciato a terra, ferito e sanguinante. Poi il gruppetto di ragazzini si è dileguato, mentre la giovanissima vittima ha trovato la forza per chiedere aiuto. Per lui gravi traumi al volto - avrebbe riportato un’emorragia facciale - e diverse fratture ad un braccio: è stato anche sottoposto ad un’operazione chirurgica dopo il ricovero nel nosocomio cittadino.

Le ragioni all’origine di quella che potrebbe essere una spedizione punitiva sono al vaglio dei carabinieri della compagnia di Gardone Val Trompia: i militari stanno indagando da giorni per risalire ai responsabili dell’inquietante episodio e mantengono il più stretto riserbo sulla vicenda. Al vaglio degli inquirenti anche l’utilizzo da parte del branco di un’arma impropria: dal racconto della vittima, emergerebbe infatti l’utilizzo di un tirapugni da parte degli aggressori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestaggio alla fermata del bus: ragazzino di 14 anni massacrato dal branco

BresciaToday è in caricamento