"Rifiuti speciali e pericolosi": raccolta firme per fermare l'inceneritore

Il comitato di Sarezzo dei "Liberi cittadini per la salute" si schiera contro la realizzazione del progetto "Sares Green" per l'inceneritore di Ponte Zanano. A breve partirà la raccolta firme

L'inceneritore di Brescia

Il nome dice già tutto: comitato dei “Liberi cittadini per la salute” di Sarezzo. Il punto all'ordine del giorno è uno solo: fermare il progetto (a marchio Sares Green) di un nuovo inceneritore nella zona industriale di Ponte Zanano. Lo stabilimento, spiegano gli attivisti, dovrebbe trattare (e bruciare) anche rifiuti speciali e pericolosi.

Proprio in questi giorni dovrebbe essere avviata la raccolta firme, estesa a tutta la Valtrompia. Del nuovo impianto in realtà se ne parla da quasi quattro anni, ora qualcosa si è mosso. Anche a livelllo istituzionale: l'iter prosegue, già si ragiona alla Valutazione d'Impatto Ambientale.

Secondo il comitato il progetto ha ancora qualcosa che non va: aspetti tecnici come “la pulizia dei gas di sintesi”, le scorie residue dei rifiuti, lo stesso processo chimico che tratta i materiali “in assenza di ossigeno”.

Anche la location non è molto apprezzata: in zona industriale ma in realtà non molto lontano dalle scuole, dalle case e perfino dai campi da calcio.

Solidarietà tra comitati: il 22 maggio anche “Liberi cittadini per la salute” sarà a Retorbido, provincia di Pavia, per manifestare contro un altro inceneritore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Tragedia in azienda: operaio bresciano si toglie la vita

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento