Cronaca

Stroncata da un malore mentre passeggia: il dramma della giovane Sara

La giovane donna ha accusato un malore nel tardo pomeriggio di lunedì, mentre passeggiava per le strade di Botticino. Alcuni anni fa aveva subìto un trapianto di cuore

Una morte improvvisa che ha fatto piombare nel dolore e nello sgomento le comunità di Botticino e Rezzato. Sara Conchieri verrà ricordata da tutti per la solarità, la gentilezza, la dolcezza. “La sua carta d’identità era il sorriso”, spiega con la voce rotta dal dolore una sua amica. Una giovane donna amata e conosciuta a Rezzato,  paese nel quale ha vissuto prima di trasferirsi  con il marito Ivan a Botticino Mattina, dove tutti i giorni si recava per andare a lavorare nell’azienda - la Conchieri Marmi - di papà Doriano.

A strapparla dall’affetto dei suoi cari è stato un malore che l’ha colta di sorpresa, lo scorso lunedì pomeriggio. Sara era appena rientrata dal lavoro e stava passeggiando per il paese, quando avrebbe cominciato a non sentirsi bene e ad accusare dei forti giramenti di testa, poi si sarebbe accasciata perdendo conoscenza. Immediata è partita la chiamata al 112, che ha inviato sul posto un’ambulanza: i sanitari l’avrebbero rianimata, per poi trasportarla al Civile di Brescia, dov'è deceduta poche ore dopo.

Qualche anno fa Sara era stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e aveva subìto un trapianto di cuore. La giovane donna aveva reagito bene all’operazione e dopo un lungo periodo di convalescenza era tornata alla routine quotidiana.  Lascia il marito Ivan, la mamma Giulia, il papà Doriano, i fratelli Elena e Davide e gli adorati nipoti Sofia e Marco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncata da un malore mentre passeggia: il dramma della giovane Sara

BresciaToday è in caricamento