Cronaca Borgosatollo

Edilizia bresciana in lutto per la scomparsa di Santo Galeazzi

Santo Galeazzi, storico costruttore bresciano originario di Borgosatollo, si è spento all'età di 84 anni

Tra le opere edilizie di Santo Galeazzi, anche il "Triangolo" di Mazzano (foto d'archivio)

Centri commerciali e residenziali sparsi per la provincia e oltre i confini regionali e nazionali. Una vita spesa per il settore dell'edilizia che oggi piange la sua scomparsa. Si è spento all'età di 84 anni Santo Galeazzi, storico costruttore bresciano originario di Borgosatollo.

Interminabile l'elenco delle opere pubbliche e private realizzate dalle sue società, tra cui l'Atig, che diedero vita ad alcuni dei primi centri commerciali bresciani, come il "Redona" in via Orzinuovi e il "Flaminia" in via Salgari. Tra le sue realizzazioni spiccano, inoltre, il "Triangolo" di Mazzano, "Le rondinelle" di Roncadelle e le Tre Torri a sud della città di Brescia.

Numerose le realizzazioni anche fuori provincia, come il Carrefour di Lucca, il centro commerciale di Cortenuova nella bergamasca e "Il Borgo" a Romano di Lombardia, un complesso residenziale a Mantova e moltissimo altro ancora. Le sue società si sono fatte carico anche di investimenti all'estero, tra cui un maxi outlet a Praga.

Fu partecipe, inoltre, a numerose opere pubbliche tra cui la discarica di Calcinato, gli scavi e la posa di una parte della rete del teleriscaldamento e del Termoutilizzatore di Brescia.

Nel 1995 fu insignito del titolo di commendatore e, l'anno successivo, di grand'ufficiale. Personaggio per alcuni aspetti controverso, la sua attività fu oscurata da alcune vicende giudiziarie. Santo Galeazzi lascia la moglie Laura e le figlie Margherita e Federica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia bresciana in lutto per la scomparsa di Santo Galeazzi

BresciaToday è in caricamento