rotate-mobile
Cronaca

Un fiume di sangue: il torrente si colora di rosso, arriva la Polizia

Sversamento shock in paese

Potrebbe esserci un macello abusivo all'origine dello sversamento shock di pochi giorni fa nel torrente Riale di Castiglione delle Stiviere: intorno alle 11 di lunedì il canale ha cominciato a colorarsi di rosso, a riempirsi di una sostanza densa e tutt'altro che profumata che a prima vista sembrava sangue. La circostanza sarebbe stata confermata dalle analisi eseguite in loco dai tecnici di Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente.

I tecnici sono intervenuti insieme agli operai comunali e agli agenti della Polizia Locale: verrà probabilmente aperta un'inchiesta, sia per il macello non autorizzato che per lo sversamento, altrettanto vietato. A dare l'allarme alcuni residenti: il torrente scorre attraversando due parchi pubblici, facile immaginare lo stupore di chi ha visto l'acqua colorarsi di rosso, come il sangue.

Sangue animale nel torrente

"Avendo ricevuto una segnalazione da parte di una simpatizzante - fa sapere Legambiente Castiglione, tra i primi a dare la notizia - ci siamo precipitati nel piazzale delle Poste dove, da un tubo di scarico, per circa un'ora è defluita una sostanza rosso scuro, che sembrerebbe sangue animale, direttamente nelle acque del Riale che attraversa i parchi Pastore e Desenzani. Sul posto erano già presenti operai comunali e Polizia locale che hanno provveduto a effettuare un prelievo dell'acqua nel punto di immissione. I campioni sono stati poi consegnati all'Arpa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un fiume di sangue: il torrente si colora di rosso, arriva la Polizia

BresciaToday è in caricamento