Cronaca Lonato del Garda

Molestata dal compagno della madre: la bimba andava ancora alle elementari

Poche parole per raccontare l'incubo

E' l'ennesimo capitolo della vicenda (giudiziaria e umana) che si trascina ormai da anni, scatenatasi dalle rivelazioni di una ex alunna di Carmelo Cipriano, il gestore dell'ormai celebre palestra di karate di Lonato condannato a 9 anni di reclusione. Stavolta nei guai ci è finito (ancora) il 46enne Sandro Perini, mantovano e frequentatore della detta palestra.

Meno di un mese fa è stato condannato a 6 anni per aver consumato atti sessuali con una minorenne, conosciuta proprio tramite la palestra: ora è di nuovo sotto inchiesta, per presunti abusi nei confronti della figlia della sua ex compagna. Secondo quanto riferito dalla ragazza, all'epoca ancora una bambina, i fatti si sarebbero consumati tra il 2008 e il 2009.

"Masturbazioni reciproche" quando era una bambina

Secondo quanto riferito dal Giornale di Brescia, che riporta la notizia, nella denuncia si legge di “masturbazioni reciproche”, quando Perini abitava insieme alla compagna e alla figlia di quest'ultima, che frequentava tra l'altro le scuole elementari. Ma è solo nel 2017 che scattarono le indagini, a seguito della denuncia della giovane.

Sarebbe stato lo stesso Perini, in un certo senso, a complicare la propria posizione. Ricevuta una notifica per una prima denuncia, avrebbe telefonato a casa della ex compagna per chiedere spiegazioni. Furono i successivi approfondimenti della mamma a riaccendere i terribili ricordi della figlia: che, appunto, decise di denunciare quanto accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestata dal compagno della madre: la bimba andava ancora alle elementari

BresciaToday è in caricamento