rotate-mobile
Cronaca Caselle San Zeno Naviglio / Viale Sandro Pertini

"Ti spacco la testa, ti ammazzo!", poi scaraventa a terra la vicina di casa

L'aggressione davanti ai carabinieri intervenuti per una precedente lite

Smartphone alla mano, stava riprendendo il racconto fatto dalla vicina di casa ai carabinieri, quando è stata aggredita sulle scale del condominio. È quanto accaduto, nella serata di martedì 28 marzo, a una giovane donna residente a San Zeno, nei pressi del campo sportivo comunale "Giovanni Mor".

I militari erano appena intervenuti, in seguito alla segnalazione di un'accesa lite avvenuta sul pianerottolo tra un uomo e una donna residenti in due appartamenti confinanti. Ma la presenza degli uomini in divisa non è bastata a riportare la calma. Dopo aver insultato i carabinieri, che cercavano semplicemente di ricostruire il precedente diverbio, la donna protagonista del primo litigio non ha esitato a scagliarsi contro l'inquilina del piano superiore che stava filmando la scena.   

Non appena si è accorta della sua presenza, si è lanciata sulle scale. Prima le imprecazioni e le minacce di morte, poi l'aggressione: avrebbe afferrato la vicina per i capelli, trascinandola a terra. In un impeto di rabbia, avrebbe poi continuato a intimidire l'inquilina del piano superiore, gridando a squarciagola: "Ti spacco la testa, ti ammazzo!".

Attimi concitati: l'esagitata è stata prontamente allontanata dai militari, mentre sulle scale del condominio è rimasta in bella vista la ciocca di capelli strappata alla vittima della folle aggressione. Pare non sia la prima volta che la donna abbia aggredito il vicinato: i militari erano già intervenuti la scorsa settimana nel caseggiato, sempre per sedare una zuffa piuttosto animata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ti spacco la testa, ti ammazzo!", poi scaraventa a terra la vicina di casa

BresciaToday è in caricamento