Cronaca San Polo / Via Michelangelo

Musica a tutto volume, alcol e cocaina: festa sul tetto interrotta dalla Polizia

Quattro i giovani beccati dagli agenti della Polizia di Stato sul tetto di una palazzina di San Polo: tra loro anche un 21enne trovato in possesso di hashish e cocaina

Foto d'archivio

Festa sul tetto ai tempi del Coronavirus: musica, alcol e droga. Il festino è stato interrotto dalla Polizia di Stato: gli agenti sono intervenuti lunedì pomeriggio a San Polo, in una palazzina di Via Michelangelo. Sono quattro i ragazzi sanzionati per non aver rispettato i divieti: uno di loro è stato anche arrestato per possesso di droga.

Pare che in quel palazzo abiti la nonna di uno dei quattro giovani: “Usciamo solo a prendere una boccata d’aria”, avrebbe detto all’anziana. Ma nel frattempo hanno acceso musica a tutto volume, attirando l’attenzione dei vicini, che hanno chiamato il 112.

Roof party a base di alcol e droga

Era una festa in piena regola, anche se vietata: musica, alcol e pure droga. Tra loro anche un ragazzo di 21 anni che è stato arrestato per possesso e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Alla vista degli agenti ha gettato dal parapetto un sacchetto di cellophane, poi recuperato dai poliziotti.

Di sua spontanea volontà ha consegnato anche il resto della droga: in tutto gli uomini della Questura hanno sequestrato più di 60 grammi di hashish oltre a un grammo di cocaina. Come da prassi, le sostanze sono state poi analizzate dalla Scientifica. Per il giovane, oltre a una multa salata, sono scattate le manette.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica a tutto volume, alcol e cocaina: festa sul tetto interrotta dalla Polizia

BresciaToday è in caricamento