Acqua inquinata, la roggia si riempie di schiuma: è una strage di pesci

Ancora una volta un allarme ambientale nella Bassa Bresciana: la roggia Cesaresca di San Paolo si riempie di schiuma, morti decine e decine di pesci

Foto d'archivio

Un altro allarme ambientale nella Bassa Bresciana, e di nuovo nella roggia Cesaresca in territorio di San Paolo: una densa coltre di schiuma bianca è stata avvistata domenica mattina da alcuni cittadini, che hanno subito informato il Comune e le forze dell'ordine, ma soprattutto sono stati visti galleggiare, ormai senza vita, decine e decine di pesci.

Strage di pesci

Una strage di fauna ittica dovuta con tutte le probabilità all'ennesimo episodio di sversamento di inquinanti: i responsabili non sono ancora stati individuati, ma già domenica i Carabinieri e i tecnici di Arpa e Ats stavano risalendo il fiume in cerca di indizi utili. Pare che le sostanze siano state sversate a qualche centinaio di metri di distanza dal luogo della segnalazione.

Sul posto si sono precipitati anche il sindaco e due assessori, per tenere monitorata la situazione. Purtroppo c'è poco altro da dire: le acque della roggia si sono colorate di bianco, letteralmente ricoperte da una schiuma viscosa e tutt'altro che rassicurante.

Le analisi di Arpa e Ats

Ci sono volute delle ore prima che lo scorrere del fiume riportasse tutto alla normalità. Ma gli effetti pratici (e negativi) dell'inquinamento sono balzati subito agli occhi: su tutti la moria di pesci, morti a decine. Arpa e Ats hanno prelevato alcuni campioni di acqua, per risalire al tipo di inquinante sversato nel fiume.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altre analisi serviranno a verificare se effettivamente l'habitat di flora e fauna, quindi i pesci ma anche le piante, sia stato in qualche modo compromesso. I Carabinieri invece sono al lavoro in cerca di eventuali scarichi abusivi. Ma si potrebbe essere trattato anche di un episodio isolato. Inquinante sversato al “volo”, prima di fuggire senza lasciare tracce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

  • Vola in auto nella rotonda, resta intrappolato con la testa schiacciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento