rotate-mobile
Cronaca San Felice del Benaco / Portese

San Felice del Benaco: colpito in bicicletta da una sbarra di ferro

Stava scendendo al porto di Portese quando improvvisamente è stato colpito in fronte da una sbarra di ferro, lunga 4 metri, lasciata sospesa ad altezza uomo. Ricoverato in ospedale, ma l'asta rimane lì

Una passeggiata mattutina in bicicletta, sulle sponde gardesane, che ha rischiato invece di tramutarsi in tragedia a causa dell’incuria che spesso le strade bresciane sono costrette a subire.

Protagonista della sfortunata mattinata un residente della zona, tra San Felice e Portese, che stava scendendo al porto come spesso capita a tanti altri ciclisti. In mezzo alla strada però, sospesa a mezz’aria, una barra di ferro lunga quasi quattro metri che, spuntando fuori da una siepe, lo ha colpito in pieno in testa.

Per fortuna, racconta proprio il ciclista, era stato costretto a rallentare a causa di alcuni turisti a piedi che passeggiavano sulla strada: nonostante questo il colpo è stato violento, e l’uomo è stato costretto a farsi medicare in ospedale.

Niente di grave ma un po’ di amarezza: la barra di ferro, nonostante le segnalazioni, è rimasta ancora lì, abbandonata per terra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Felice del Benaco: colpito in bicicletta da una sbarra di ferro

BresciaToday è in caricamento