rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca San Felice del Benaco

Cadavere di donna riemerge dalle acque del lago: potrebbe essere Paola Tonoli

L'allarme lanciato da un passante

Il cadavere non ancora identificato di una donna è riemerso dalle acque del lago di Garda nella prima serata di domenica. L'allarme è stato lanciato intorno alle 20.30 sul lungolago di San Felice del Benaco, a poche decine di metri dal porto ma soprattutto poco lontano da dove era stata avvistata per l'ultima volta la 43enne Paola Tonoli, la donna (e madre di due figli: uno di questi, Samuele Freddi, morto a soli 20 anni la scorsa estate) che risulta scomparsa ormai dalla tarda sera del 27 ottobre scorso.

A ritrovare il corpo senza vita un passante, che stava appunto camminando sul lungolago. Ha immediatamente allertato il 112, che in pochi minuti ha inviato uomini e mezzi per il recupero del cadavere: il giovane, come da prassi, è stato poi sentito in caserma. Il corpo sarebbe stato avvistato e ritrovato nelle vicinanze della foce del torrente Rio Verde. 

Gli accertamenti per identificare il corpo

A quanto pare in avanzato stato di decomposizione, quindi compatibile con i tempi della scomparsa di Paola Tonoli. Solo nelle prossime ore, comunque, si avranno notizie certe. Gli accertamenti sono stati affidati ai carabinieri di Salò, intervenuti sul posto con il supporto della Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco, che si sono occupati del recupero della salma, i Volontari del Garda e i sanitari dell'automedica, la Polizia locale di San Felice: in prima linea anche il sindaco Simone Zuin. La salma è stata trasferita all'obitorio dell'ospedale di Gavardo, a disposizione della magistratura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere di donna riemerge dalle acque del lago: potrebbe essere Paola Tonoli

BresciaToday è in caricamento