rotate-mobile
Cronaca Centro / Via San Faustino

Ragazzo in fin di vita, il cane abbaia allo sfinimento per chiedere aiuto

Salvato non solo dai carabinieri e dai sanitari, ma anche dal suo cane: un meticcio di taglia media che ha abbaiato a lungo per avvisare i vicini del malessere del suo padrone

All'interno hanno trovato un cane meticcio di taglia media, che continuava ad abbaiare come a voler avvisare qualcuno della brutta situazione: il suo padrone, un ragazzo bresciano di 22 anni, giaceva esanime a terra, colto a quanto pare poche ore prima da un improvviso malore. Un colpo durissimo: privo di sensi, è stato rianimato già dai militari, in attesa dell'arrivo degli operatori sanitari.

Respirava a fatica, in forte carenza d'ossigeno, è stato intubato e ricoverato d'urgenza in ospedale. Le sue condizioni sono gravissime: è arrivao al Civile che era già in coma, adesso è ancora ricoverato nel reparto di Rianimazione e non avrebbe ancora ripreso conoscenza.

Dalla cartella clinica è arrivata però una (mezza) buona notizia: il giovane non sarebbe in pericolo di vita, e non avrebbe subito danni permanenti al cervello. Qualcuno gli ha salvato la vita: non solo i militari e i medici, ma anche il suo fedele cane, che ha abbaiato fino allo sfinimento, per avvisare i vicini del malore del suo padrone. Bravo cane, bravo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo in fin di vita, il cane abbaia allo sfinimento per chiedere aiuto

BresciaToday è in caricamento