menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore il giorno del funerale del fratello: entrambi uccisi da un infarto

Una doppia tragedia familiare tra Asola e Canneto sull'Oglio: dopo la morte prematura del fratello Sebastiano, anche Salvatore Somma si è spento per un infarto

Uniti nella vita e nella morte: scomparso un fratello, pochi giorni dopo si è spento anche l'altro. E' successo a Canneto sull'Oglio, nel Mantovano non lontano dai confini bresciani, dove lunedì sera è morto a 64 anni Salvatore Somma, storico ristoratore che gestiva – insieme a moglie e figlie – il bar pizzeria Caffè Alla Torre di Piazza Matteotti.

Si è sentito male tra le mura di casa, ucciso da un improvviso arresto cardiaco che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Solo poche ore prima era stato al funerale del fratello Sebastiano, morto ad Asola per lo stesso motivo: un arresto cardiocircolatorio. 

I due erano molto legati: Salvatore non avrebbe retto alla sofferenza della perdita del fratello. I funerali di Salvatore Somma sono stati celebrati mercoledì pomeriggio nella parrocchiale di Canneto. Oltre all'amata moglie, lascia due giovani figlie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento