Roè Volciano: 25enne violentata fuori dalla discoteca

L'aggressione nella notte tra sabato e domenica, al termine di una serata passata a ballare con gli amici. Sulla vicenda, ancora tutta da chiarire, indagano i carabinieri di Salò

Notte da incubo per una ragazza di 25 anni residente in un paese dell'Alta Valsabbia che, nella notte tra sabato e domenica, sarebbe stata violentata dopo essere uscita da una discoteca di Roè Volciano.

Stando a una prima ricostruzione della vicenda, la 25enne sarebbe stata inizialmente aiutata da un giovane straniero al termine di una serata passata a ballare con gli amici, intervenuto per difenderla nel corso di una discussione con un buttafuori.

La giovane non voleva infatti saperne di uscire dal locale, nonostante fosse ormai giunta l'ora di chiusura. Sarebbe stato appunto lo straniero a mediare col buttafuori, poi, una volta rimasti soli all'esterno, l'avrebbe improvvisamente aggredita. Trascinata in un luogo buio e isolato, avrebbe iniziato a violentarla, stringendole le mani al collo. Nella foga, sarebbero poi caduti insieme in un dirupo e l'aggressione sarebbe qui continuata per circa due ore. Alla fine, la ragazza sarebbe risalita da sola dalla scarpata e portata all'ospedale di Gavardo da un automobilista di passaggio.

La vicenda, su cui indagano i carabinieri di Salò, presenta ancora molti lati oscuri. Tra questi, il fatto che gli amici della ragazza l'avrebbero lasciata sola contro la sua volontà, dopo la serata trascorsa insieme in discoteca. Lo straniero ricercato, comunque sia, è accusato del reato di violenza sessuale ma, se i fatti fossero confermati, non è da escludere anche quello di tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento