Cronaca Salò

Non si ferma all'alt della polizia, disabile arrestato e picchiato: condannati gli agenti

Sono stati condannati a 3 anni di reclusione

Sono stati condannati a 3 anni di reclusione gli agenti della Polizia Locale di Salò M.B. e F.T., a processo per lesioni aggravate: per loro è prevista anche l'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. "È provato l'abuso dei propri poteri da parte dei due agenti - si legge nello stralcio della sentenza pubblicato martedì dal Giornale di Brescia -, i quali, nelle fasi dell'arresto legittimo, hanno aggredito senza alcuna giustificazione l'automobilista".

La vicenda

L'automobilista in questione è un 43enne che abita sul lago di Garda, con disabilità certificata per sindrome di Tourette: secondo quanto ricostruito, all'epoca dei fatti non si sarebbe fermato allo stop intimato dalla pattuglia e per questo inseguito e raggiunto. La situazione sarebbe però sfuggita di mano ai due agenti in servizio, che avrebbero malmenato il 43enne prima dell'arresto, colpendolo con calci e pugni e procurandogli fratture al setto nasale e a una costola.

Per quanto accaduto l'uomo presentò denuncia: gli agenti sono stati prima indagati e poi rinviati a giudizio. In seguito si è arrivati al processo e alla sentenza: 3 anni di reclusione e 5 anni di interdizione dai pubblici uffici. Il giudice ha così confermato le ipotesi accusatorie: nel lungo elenco probatorio ci sono anche immagini e testimonianze. Sarebbe stata decisiva per la sentenza anche la divergenza nelle versioni che gli stessi agenti hanno raccontato a inquirenti e magistrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma all'alt della polizia, disabile arrestato e picchiato: condannati gli agenti
BresciaToday è in caricamento