Cronaca Salò

Tragico incidente in barca: chiesto maxi risarcimento di 9 milioni di euro

Domandati 9 milioni di euro dalla famiglia di Garzarella all'assicurazione dei due tedeschi che, a bordo del motoscafo Riva la notte del 19 giugno scorso, hanno ucciso il ragazzo insieme a Greta Nedrotti

Nove milioni di euro: sono i soldi chiesti all’assicurazione dei due tedeschi che, a bordo del motoscafo Riva, la notte del 19 giugno hanno travolto il gozzo con a bordo Greta Nedrotti e Umberto Garzarella, uccidendoli. La domanda di risarcimento è stata avanzata nei giorni scorsi dalla famiglia di Garzarella.

Come riportato dal Giornale di Brescia, la proposta avanzata in chiave processuale è stata definita dai legali tedeschi “particolarmente eccessiva”. Fondata su alcuni parametri che i periti definiscono “capitale umano”, la valutazione avviene su alcuni aspetti come l’età delle vittime, la potenzialità di guadagno e la posizione sociale, la quantità e la qualità dei legami affettivi. I genitori di Greta, invece, non hanno ancora avanzato richieste di risarcimento; per farlo, potrebbero attendere il processo, quando si costituiranno parte civile.

Ad oggi il tedesco Patrick Kassen è ancora agli arresti domiciliari in un luogo segreto in Italia, mentre l'amico a bordo con lui sul motoscafo è ancora a piede libero in Germania. Si attende, adesso, il nuovo sopralluogo a Salò domani, venerdì 3 settembre, sulle barche coinvolte nel tragico incidente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico incidente in barca: chiesto maxi risarcimento di 9 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento