Incendio all'alba, brucia un palazzo: tragedia sfiorata, due famiglie senza casa

L'incendio è divampato intorno alle 5 di giovedì mattina, in Via San Bernardino a Salò: evacuata un'intera palazzina, inagibili anche le attività commerciali

Foto d'archivio

Incendio all'alba giovedì mattina in pieno centro a Salò: davvero una tragedia sfiorata, evitata grazie all'inquilina del palazzo che si è accorta delle fiamme, ha svegliato i vicini di casa e ha allertato i Vigili del Fuoco. Bene ma non benissimo: nessuno si è fatto male, ma l'intera palazzina è stata dichiarata inagibile, il transito vietato sulla strada, la chiusura forzata (ma temporanea) di due attività commerciali.

Sono diversi gli appartamenti inagibili, e due le famiglie evacuate: una terza inquilina è in vacanza per l'ultimo dell'anno, ma comunque non potrà tornare a casa. Il Comune si è già mosso per trovare delle ospitalità alternative, in cui sono stati trasferiti una giovane coppia e il loro bambino piccolo. Gli altri evacuati si sono trasferiti da amici e parenti.

Una vicenda che ha dell'incredibile: le fiamme a quanto pare sarebbero divampate a causa di un corto circuito delle lucine natalizie di un albero, che hanno subito “preso” incendiando un cestino di vimini. Certo gli accertamenti sono ancora in corso: ci sono volute parecchie ore per spegnere l'incendio. Le operazioni sono state coordinate dai Vigili del Fuoco di Salò, in collaborazione con i Volontari del Garda.

L'incendio e l'allarme

Tutto è successo nella zona di Via San Bernardino, praticamente a due passi dalla Fossa: a dare l'allarme l'inquilina che abita ai piani alti, quando intorno alle 5 si è accorta dell'incendio che ormai era divampato in soggiorno. E' riuscita ad allertare il figlio, che abita di sopra, e l'anziana madre, che vive di sotto, e i vicini di casa.

Se ne sono andati tutti indenni, e meno male: ma la paura è stata tanta. Le fiamme sono divampate rapidissime, hanno bruciato il soggiorno, la copertura dell'appartamento, parte del tetto. Un fumo denso si è levato in cielo, il rumore ha svegliato praticamente tutto il centro del paese. Il viavai di mezzi e uomini del soccorso è proseguito quasi fino alle 11, quando la strada è stata chiusa e la palazzina dichiarata inagibile. Controlli e accertamenti proseguiranno anche nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento