Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Salò

Musica a tutto volume, fa strage di uccellini sparando dal giardino di casa

L'uomo nascondeva il rumore degli spari con la radio ad alto volume.

"Ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi", o forse no: a Salò un cacciatore di 73 anni, residente a Brescia, è stato denunciato per aver ucciso gli uccellini di una specie protetta, sparando direttamente dal giardino di casa con la musica a tutto volume.

L’uomo era nella sua seconda abitazione nell’entroterra gardesano, quando in solo una mattinata avrebbe abbattuto 46 esemplari di prispoloni, animali protetti appartenenti alla famiglia dei Motacillidae. Attirati da un canto registrato e da due esemplari imbalsamati sui rami di un albero, il cacciatore alzava il volume della stereo al massimo, così da nascondere il rumore degli spari.

A fermarlo è stato il Nucleo ittico venatorio del distaccamento di Vestone il quale, insospettito dalla musica e dal suono registrato, ha deciso di verificare cosa stesse accadendo nell'abitazione. Gli agenti hanno individuato il capanno abusivo notando una canna di fucile uscire da una feritoia e infine udito lo sparo. Il 73enne è stato denunciato e gli sono stati sequestrati prede, fonofili, arma e munizioni.

Poco tempo fa gli agenti, del distaccamento di Vestone hanno individuato e denunciato un altro cacciatore a Capovalle: l’uomo è stato colto in flagrante mentre era alle prese con sei strumenti utilizzati per la cattura illegale di balie nere, anche questi uccellini di una specie protetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica a tutto volume, fa strage di uccellini sparando dal giardino di casa

BresciaToday è in caricamento