Una vita dietro al bancone, morto storico salumiere: "Era un'istituzione"

Annibale Storti per oltre mezzo secolo ha gestito l'omonima salumeria di Salò. Se n'è andato nei giorni scorsi, a 89 anni

In molti lo hanno ricordato sui social, tanti hanno partecipato all'ultimo saluto, giovedì mattina nella chiesa parrocchiale di Manerba del Garda. A Salò, Annibale Storti ha lasciato un ricordo indelebile. Un volto storico del paese gardesano: per anni ha gestito, insieme alla moglie Edvige, la salumeria Storti in via Pietro da Salò. 

Ha dispensato consigli e servito generazioni di salodiani: in molti sono cresciuti gustando il pane e gli affettati del suo negozio. "La salumeria Storti fa parte dei bei ricordi di quando ero piccola. Grande professionalità e sempre una parola carina per tutti" scrive un'ex cliente su Facebook. "Era un'istituzione a Salò" aggiunge Cristina.

Davvero una vita dietro al bancone, la sua: i primi anni nella salumeria di famiglia, nel Cremonese, poi il trasferimento a Salò con la moglie Edvige con la quale ha gestito l'attività per oltre mezzo secolo.

Solo nel 2015 aveva dedico di chiudere la storica salumeria e godersi la pensione: negli ultimi tempi viveva a Manerba del Garda, dove, giovedì mattina, si sono svolti i funerali. Oltre all'adorata moglie, lascia il figlio Attilio e il nipote Francesco. 

Potrebbe interessarti

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • La dieta detox per tornare in forma e depurare l’organismo

  • Abbandono di rifiuti: 200.000 euro di multe in un anno, arrivano le fototrappole

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Morte di Jennifer, la donna che l’ha investita accusata di omicidio stradale

  • Bimba di poco più di un mese si spegne in ospedale: "E' volata in cielo"

Torna su
BresciaToday è in caricamento