Droga e armi dalla Valcamonica: i fratelli Sallaku rischiano 17 anni di reclusione

Questa la richiesta avanzata dal pm nei confronti di Saimir e Taulant Sallaku, fratelli dell'ex patron del Darfo Calcio.

Traffico di stupefacenti, detenzione di armi, associazione per delinquere: sono queste le accuse, a vario titolo, mosse dalla Procura nei confronti delle 25 persone coinvolte nella maxi-inchiesta che ha fatto tremare la Valle Camonica. Tra loro ci sono anche volti noti, quelli di Saimir e Taulant Sallaku: 45 e 38 anni sono i fratelli dell'imprenditore di fama, ed ex patron del Darfo Calcio, Gezim. Anche lui era finito nel mirino della procura, per il possesso di alcune pistole, ma la Cassazione lo ha poi scagionato da questo capo d’accusa.

Saimir e Taulant erano finiti in manette nell'autunno di tre anni fa, al termine dell'inchiesta condotta dai carabinieri di Breno che portò a smantellare un'organizzazione che riforniva di droga l'intera Valle Camonica e il Sebino. In totale i militari avevano sequestrato oltre 120 chilogrammi di sostanze stupefacenti tra marijuana, hashish, eroina e pure morfina.

Durante la requisitoria, il pm Paolo Savio ha chiesto 17 anni e 4 mesi per  Saimir e Taulant Sallaku; 16 anni per Alessandro Giorgi e il figlio Denis; 14 per Mirand Shehi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nove anni e 4 mesi è la richiesta avanzata per i tre uomini - Roland Tusha, Agim ed Enkelejd Bejko - ritenuti i trafficanti della banda, ai quali andrebbe ricondotta la raffineria di eroina scovata in un garage di Osio Sotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento