Sorpreso mentre sta fumando uno spinello in auto: fugge e trascina un carabiniere per metri

In manette un 33enne di Sabbio Chiese. A chiamare i militari era stato un cittadino, pensando che l'uomo a bordo dell'auto in sosta stesse facendo da 'palo' a una banda di ladri

Ha attirato i sospetti dei residenti della zona perché era da troppo tempo al volante di un'auto in sosta in un quartiere residenziale di Sabbio Chiese. Temevano che facesse parte di qualche banda specializzata in furti in abitazione. La chiamata al 112 è scattata nella serata di martedì proprio per segnalare l'uomo, che sospettavano stesse facendo da 'palo'.

Quando i militari della stazione di Sabbio Chiese sono arrivati sul posto, hanno scoperto ben altro scenario: l'uomo si stava semplicemente fumando uno spinello in auto. E fin qui nulla di eccessivamente grave. A far precipitare la situazione è stata la reazione del 'sospetto': quando uno dei carabinieri si è avvicinato per chiedere i documenti, lui ha ingranato la marcia. Attimi concitati: il braccio del militare è rimasto impigliato nel finestrino, così il carabiniere è stato trascinato per metri sull'asfalto. 

Fortunatamente il militare se l'è cavata con lesioni non gravi e, insieme al collega, è riuscito a prendere nota del numero di targa per la successiva identificazione del fuggitivo. Poco dopo i due carabinieri si sono presentati a casa dell’uomo, un 33enne di Sabbio Chiese: ha inizialmente respinto ogni accusa, ma poi è crollato e ha ammesso che c'era lui alla guida dell’auto che aveva trascinato il militare.

Il giovane è finito in manette per il reato di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. Appena entrati nell'abitazione i militari hanno anche avvertito un forte odore di marijuana ed è scattata la perquisizione. I militari hanno trovato pochi grammi di marijuana e il giovane   è stato segnalato alla Prefettura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sottoposto a rito direttissimo, il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto un rinvio dell’udienza a giugno, intimando all’uomo di risarcire il danno patito all’Arma dei Carabinieri e al militare ferito, che ha riportato lesioni giudicate guaribili in venti giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Svuota le casse dell’azienda, compra borse e auto di lusso: nei guai impiegata

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento