menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La gattina Zoe

La gattina Zoe

Gattina trovata in un bagno di sangue, la proprietaria: "L'hanno massacrata di calci"

Succede a Rudiano, in zona villaggio. La micia, che ha solo un anno, ha rimediato un trauma cranico

Picchiata, presa a calci e ridotta in fin di vita. Così è stata trovata Zoe, una gattina di un anno, dai suoi proprietari. La micia, nonostante le precarie condizioni, è riuscita a trascinarsi fino a casa, un'abitazione situata in zona Villaggio a Rudiano, e a mettersi in salvo.

"Non so come abbia fatto a riuscirci - racconta Mariagrazia, la padrona di Zoe -. Quando è rientrata, intorno alle 23 di lunedì sera, aveva il muso pieno di sangue e la testa fracassata: era agonizzante e faticava a muoversi".

Immediata è scattata la corsa dal veterinario: la gatta ha riportato un trauma cranico e un'emorragia ed è stata tenuta in osservazione. Per fortuna l'allarme è rientrato martedì mattina: Zoe non è più in pericolo e non sarebbero state riscontrate lesioni permanenti. 

Un violento colpo sul muso

Il veterinario nutrirebbe pochi dubbi sulle cause del trauma: il tipo di contusioni e lesioni riscontrate sul corpo del gatto sarebbero compatibili solo con "un violento colpo sul muso". 

Una vicenda inquietante, che è rimbalzata sulle bacheche Facebook delle persone residenti nella zona, dopo che Mariagrazia ha condiviso un post per raccontare l'accaduto: "Stanotte, in zona villaggio a Rudiano, qualcuno ha pensato bene di prendere a calci la mia gattina, una gattina di un anno, indifesa contro i calci di una persona", si legge nel messaggio diventato virale.

"Vorrei solo dire a quella persona di vergognarsi, se dava fastidio bastava mandarla via, ma picchiarla fino a causarle un trauma cranico e riempirla di sangue è davvero da bestie", scrive ancora la padrona di Zoe. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento