Cronaca

Rovetta: rapita in auto, ragazzina 13enne obbligata a spogliarsi

La giovane ha raccontato di essere stata sequestrata domenica mattina da due sconosciuti, che l'avrebbero poi incappucciata e costretta a spogliarsi. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Clusone

Una veduta di Rovetta

Il pm Letizia Ruggeri, la stessa che indaga sull'omicidio di Yara Gambirasio, ha aperto un'inchiesta contro ignoti per un presunto sequestro di persona a scopo di violenza sessuale ai danni di un'altra tredicenne.

La vicenda è quella di una ragazzina che ha raccontato di essere stata caricata a forza su un'auto, domenica mattina a Rovetta, piccolo borgo in zona Presolana a una quindicina di chilometri dal lago d'Iseo.

Due sconosciuti l'avrebbero incappucciata e portata in un luogo non ben precisato, dove sarebbe stata costretta a spogliarsi. Il fatto che sia stato aperto un fascicolo consentirà ai carabinieri di Clusone di svolgere tutti gli accertamenti del caso.

Gli agenti, infatti, hanno già iniziato ad acquisire le immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza comunale. Saranno anche effettuati accertamenti sul traffico del telefonino della tredicenne, oltre che sul posizionamento del suo cellulare in base alle 'celle' della telefonia mobile.

I genitori della ragazzina sono stati sentiti subito domenica sera in caserma, fino a tarda ora. Si sono detti molto preoccupati: non avrebbero motivo di non credere alle parole della figlia, descritta come ragazzina seria e impegnata e, nel contempo, non avrebbero portato all'attenzione degli inquirenti particolari situazioni di disagio che potrebbero averla spinta a dichiarare fatti o situazioni diversi dal vero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovetta: rapita in auto, ragazzina 13enne obbligata a spogliarsi

BresciaToday è in caricamento