Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

"Chilometro Zero": la truffa delle auto usate, un affare da 7 milioni

Solo nel 2015 sarebbero state vendute 250 auto usate: consumate e 'vecchie', tornavano a nuova vita grazie al 'lifting' dei chilometri in un'officina di Rovato. Nei guai anche un venditore di Castiglione

Dalla Franciacorta al lago di Garda, andata e ritorno con truffa. Nei guai ci sono finite in tutto quindici persone, tra cui un elettrauto e un rivenditore bresciani: il primo titolare di un'officina nei pressi di Rovato, il secondo che si occupava di 'smerciare' le automobili usate dopo che erano state abilmente taroccate. Il contachilometri infatti veniva minuziosamente tarato all'indietro.

E non di poco: le carte dell'inchiesta 'Chilometro Zero', a cura della Polizia Stradale, parlano di 'lifting' del tachimetro anche di centinaia di migliaia di chilometri. Auto che avrebbero dovuto percorrerne quasi 200mila, e che invece ne 'segnavano' meno della metà. Venivano quindi rivendute a prezzi 'drogati', nonostante l'età e appunto i chilometri.

Un giro d'affari non indifferente: solo nel 2015 sarebbero state vendute la bellezza di 250 automobili usate. Oltre al danno la beffa: i soldi e il ricavato erano intestati a società di comodo, con sedi in Austria o in Croazia. Sembra che soltanto di evasione fiscale (i ricavi non dichiarati) si possano misurare quasi 7 milioni di euro.

L'officina incriminata è stata posta sotto sequestro dalla Polstrada. Sigilli e manette per i due principali protagonisti della vicenda: un meccanico di Rovato e un intermediario di Castiglione delle Stiviere, ma che si occupava di trattare gli affari sul Garda.

Le auto venivano messe in vendita nei siti web specializzati. Le accuse, a vario titolo: associazione per delinquere, evasione fiscale, insolvenza fraudolenta e truffa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chilometro Zero": la truffa delle auto usate, un affare da 7 milioni

BresciaToday è in caricamento