Cronaca

Rovato: dopo lo stupro nuove telecamere e più illuminazione

Lo ha annunciato il sindaco del Comune, Roberta Martinelli, che ha voluto esprimire la sua vicinanza alla ragazza vittima delle violenze

Roberta Martinelli, sindaco di Rovato

Sabato i carabinieri di Rovato hanno arrestato due cittadini marocchini con l'accusa di aver violentato una ragazza che risulta residente in città a Brescia.

Sull'argomento è intervenuto il sindaco del Comune, Roberta Martinelli, che, dopo aver espresso la sua vicinanza alla ragazza, ha voluto invitare "le nostre giovani a non avere comportamenti a rischio, evitando di seguire persone che si conoscono poco in luoghi appartati. Come abbiamo visto questo può essere pericolosissimo”.  

Il sindaco ha poi sottolineato come l’intervento dei carabinieri sia stato istantaneo ed efficace, dato che ha assicurato alla giustizia i due uomini che la ragazza ha indicato come responsabili dei fatti nel giro di pochissimo tempo: "Gli agenti erano sul territorio quando l’hanno vista e hanno capito che si trovava i difficoltà la città nel prossimo futuro sarà sempre più presidiata. Una decina di nuove telecamere sarà installata in vari punti di Rovato, tra cui alcuni dei parchi pubblici più frequentati. Anche il sistema di illuminazione sarà incrementato, il piano è già stilato”.
Infine, Martinelli invita la cittadinanza a rispettare l’orario di chiusura dei parchi pubblici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovato: dopo lo stupro nuove telecamere e più illuminazione

BresciaToday è in caricamento