Donna presa a pugni per il cellulare e l'auto, presa la coppia d'aggressori

Individuata dai Carabinieri la coppia di rapinatori che, lo scorso 2 agosto ,aggredì una 50enne in via Sant'Andrea, a Rovato. I due giovani malviventi sono stati denunciati in stato di libertà

ROVATO. Pur di sottrarle il cellulare e le chiavi dell'auto, una Mercedes Classe A, i due malviventi erano disposti a tutto: anche a sferrarle un pugno in faccia. È stata un'aggressione brutale quella subita lo scorso 2 agosto da una 50enne rovatese, finita nel mirino di due malviventi mentre stava passeggiando lungo via Sant'Andrea. La donna non ha opposto resistenza, ma ai due aggressori non è bastato rapinarla e hanno alzato le mani. Poi sono fuggiti a bordo dell'auto sottratta alla vittima. 

Incinta e sola in casa,
giovane donna picchiata e rapinata
 

Un episodio che ha segnato psicologicamente e fisicamente la 50enne, che è andata in pronto soccorso per farsi medicare le ferite, finito al centro dell'attenzione dei Carabinieri della locale stazione. Le indagini si sono protratte per tutto il mese di agosto e hanno portato all'individuazione dei responsabili.  

Si tratta di due romeni: A.V. di 30 anni e A.L. di 24 anni, quest'ultimo con una lista di precedenti per reati specifici e in Italia senza fissa dimora. I due malviventi individuati dai militari sono poi stati riconosciuti dalla vittima. Ulteriore conferma circa l'identità degli aggressori arriva dalle immagini girate delle telecamere di sorveglianza posizionate nella via. Sono stati denunciati in stato di libertà, spetterà all'autorità giudiziaria decidere sulle misure da adottare nei loro confronti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento