Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Arrestato imprenditore in crisi: rubava vestiti per rivenderli

In manette un 47enne di Rovato reo di aver forzato i sigilli di un magazzino posto sotto sequestro per sottrarre e rivendere capi d'abbigliamento firmati e contraffatti. Denunciato anche un complice

E’ finito in manette un imprenditore edile di 47 anni di Rovato, colto in flagranza di reato dai Carabinieri mentre sottraeva merce posta sotto sequestro in un magazzino della zona. Con lui anche un complice, un coetaneo e compaesano, che al momento risulta soltanto denunciato.

Da tempo si era accorto di quel capannone, posto sotto sequestro perché legato al traffico illegale di abbigliamento operato dalla criminalità organizzata e dalla camorra. Con la crisi che spinge, però, il 47enne bresciano ha deciso di ‘mettersi in proprio’, e dopo una serie di appostamenti ha cominciato a sottrarre ingenti quantitativi di merce.

Tanto da avviare un vero e proprio ‘mercato nero’: capi firmati o contraffatti, venduti e rivenduti fino a creare una vera e propria rete, poi tutta accuratamente registrata in un ‘libro-paga’ che i Carabinieri hanno rinvenuto nella sua abitazione.

Già che c’era, l’imprenditore di Rovato dal magazzino ha portato via tutto: nel suo furgone, oltre ai vestiti, anche infissi e sanitari. Un servizio completo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato imprenditore in crisi: rubava vestiti per rivenderli

BresciaToday è in caricamento