rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Rovato / Via 25 Aprile

Schiacciato da un sacco pesante una tonnellata, operaio bresciano grave in ospedale

L'uomo, un 61enne di Bornato, è ricoverato all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo 

Travolto da un sacco contenente latte in polvere, è rimasto schiacciato sotto l'enorme peso - oltre una tonnellata - dell'imballaggio. È quanto accaduto, nel tardo pomeriggio di mercoledì, a un operaio di 61 anni. L'uomo, di casa a Bornato, avrebbe riportato numerosi gravi traumi agli arti inferiori: dopo le prime cure prestate sul posto, è infatti stato trasferito in eliambulanza all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e poi ricoverato in codice rosso. Le sue condizioni sarebbero critiche e la prognosi è riservata.

Il grave infortunio sul lavoro è avvenuto, verso le 17.30, nello stabilimento della Frabes di Rovato, situato in via XXV aprile. Stando a quanto ricostruito, il 61enne stava lavorando nel capannone della ditta - che produce e distribuisce alimenti per la zootecnica - quando un sacco di oltre 1000 chilogrammi sarebbe improvvisamente caduto, finendo per travolgerlo. Ad accorgersi per primo dell'accaduto è stato un collega: ha sentito i lamenti del 61enne e ha dato immediatamente l'allarme. Sul posto sono sopraggiunte due ambulanze e una squadra dei Vigili del Fuoco, mentre da Brescia si è alzata in volo l'eliambulanza.

I pompieri hanno spostato il pesante sacco e il 61enne è stato affidato alle cure dei sanitari del 118. Infine il trasporto, in elisoccorso, all'ospedale di Bergamo dove l'operaio - dipendente dell'azienda rovatese - è stato ricoverato d'urgenza. Non sarebbe in pericolo di vita, ma i medici non hanno ancora sciolto la prognosi.

Ai carabinieri di Chiari spetta il compito di ricostruire l'esatta dinamica dell'infortunio ed accertare eventuali responsabilità ed inosservanze delle norme di sicurezza sul lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiacciato da un sacco pesante una tonnellata, operaio bresciano grave in ospedale

BresciaToday è in caricamento