rotate-mobile
Cronaca Rovato / Via Europa

Rovato: vetri rotti e fumogeni al Centro Sociale 28 Maggio

In Via Europa un vero blitz notturno, quasi all'alba: vetri spaccati e un fumogeno lanciato all'interno che avrebbe potuto "provocare un incendio dalle conseguenze gravissime". I volantini? Gli stessi di Castegnato

Gli attivisti del Centro Sociale 28 Maggio l’hanno definito come un vero proprio attentato, e le dinamiche in effetti non sembrano allontanarsi poi troppo dalla definizione da vocabolario. Meno di una settimana fa, poco prima del sorgere del sole della domenica mattina, un gruppo di “sconosciuti sul piano personale ma certificati con matrice politica” hanno infatti ‘assaltato’ il Centro Sociale di Rovato, rompendo vari vetri e scagliando un ordigno fumogeno all’interno, “rischiando di provocare un incendio dalle conseguenze gravissime”

I danni sono ancora da quantificare, mentre dalla sede stessa di Via Europa un breve comunicato firmato 28 Maggio e Rifondazione Comunista. “Noi continuiamo a segnalare il pericolo e l’incombenza della presenza fascista, il cui attivismo è sempre più sfacciato e spudorato, rispetto al quale troppe sono le connivenze e le rilassatezze delle più svariate forze politiche”.

“Nell’esprimere la più ferma condanna del gesto veramente vile, e la più ferma volontà di continuare ad operare nella denuncia e nella pratica democratica in difesa dei più deboli, dei valori della Resistenza antifascista, rinnoviamo il nostro impegno e la nostra vigilanza”. All’interno della sede sono stati rinvenuti alcuni volantini: uno di questi inneggiante al generale nazista Rommel, l’altro dedicato ai “partigiani assassini”. Gli stessi di Castegnato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovato: vetri rotti e fumogeni al Centro Sociale 28 Maggio

BresciaToday è in caricamento