rotate-mobile
Cronaca Rovato

Vende 3.000 dosi di cocaina in pochi mesi: affari per 150mila euro

Più di 200 clienti e migliaia di dosi vendute

"E' stata un'indagine complessa e faticosa: abbiamo impiegato molte risorse, e ringrazio la mia squadra di agenti per l'approfondito lavoro ma anche i nostri cittadini, con i quali negli ultimi anni abbiamo stretto un rapporto di fiducia e collaborazione che ha portato a molti riscontri positivi, come in questo caso". Così la comandante della Polizia Locale di Rovato, Silvia Contrini, sulle pagine di Bresciaoggi.

Il riferimento è all'arresto, avvenuto nel 2019, che ha portato alla condanna - in questi giorni - per il pusher tunisino di 40 anni, residente a Rovato, che in quattro mesi avrebbe venduto più di tremila dosi di cocaina, incassando circa 150mila euro. Lo spacciatore è stato ora condannato a 2 anni di reclusione e 6mila euro di multa.

Individuati più di 200 clienti

Le indagini della Polizia Locale avevano permesso di individuare almeno 200 clienti che il pusher avrebbe rifornito con regolarità. Questo grazie all'analisi dei tabulati e della rubrica telefonica sullo smartphone dell'indagato. Il 40enne era stato intercettato a seguito della segnalazione di un residente, che nel parcheggio fuori casa aveva notato dei movimenti sospetti. In tasca al tunisino erano state recuperate le prime dosi di cocaina. Poi il prosieguo delle indagini ha permesso di smascherare il suo fiorente mercato illegale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vende 3.000 dosi di cocaina in pochi mesi: affari per 150mila euro

BresciaToday è in caricamento