rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Rovato

Montagna di cocaina nel sottotetto di casa: arrestati zio e nipote

La droga, oltre 3 kg di cocaina, era nascosta nel sottotetto di un casolare di Rovato. In manette sono finiti un 30enne e il nipote appena maggiorenne

La polizia li ha sorpresi in flagrante, mentre nascondevano dei pacchi a forma di parallelepipedo nel sottotetto di un locale della cascina di Rovato dove abitano. All’interno delle confezioni sospette c’erano ben 2,5 chilogrammi di cocaina. Non solo: altri 700 grammi di polvere bianca sono stati ritrovati all’interno dell’appartamento.

Un ingente quantitativo di droga, che avrebbe fruttato ben 100mila euro, destinato a soddisfare la richiesta della nostra provincia durante la vacanze pasquali. Nei guai sono finiti zio e nipote: un 30enne e un 18enne, entrambi di origine albanese.

Il blitz della Squadra Mobile della Questura di Brescia è scattato nei giorni scorsi, in seguito alle segnalazioni di alcuni cittadini, insospettiti dai movimenti e dal continuo via vai di persone e mezzi dal casolare. Oltre alla montagna di droga, durante la  perquisizione è stata trovata la somma di 3700 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio. 

L’indagine non si è certo conclusa con l’arresto di zio e nipote, entrambi con precedenti specifici e sottoposti alla misura della custodia cautelare in carcere. L’ingente quantitativo di droga lascia infatti pensare che i due facciano parte di un'organizzazione radicata sul territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagna di cocaina nel sottotetto di casa: arrestati zio e nipote

BresciaToday è in caricamento