Cronaca

Donna incinta al nono mese presa a calci e pugni per il cellulare

L'episodio sabato 10 settembre su un Regionale della linea Brescia-Milano. La vittima, una 28enne nigeriana, è riuscita a scappare e a chiedere aiuto al personale del treno. Arrestati gli aggressori

Le hanno strappato il telefono dalle mani e, quando lei ha provato a riprenderselo, l'hanno aggredita senza nessuna pietà, nonostante il pancione. È accaduto su un vagone di un treno regionale della linea Brescia-Milano, nel pomeriggio di sabato.

Vittima della brutale aggressione a scopo di rapina una 28enne nigeriana: nonostante le botte e pure i morsi rimediati, è risuscita a fuggire e a chiedere aiuto al personale presente sul treno. L'allarme è scattato introno alle 16, alla stazione di Rovato. 

Sul posto si sono precipitati i carabinieri del Radiomobile di Chiari, che, in poco tempo, hanno rintracciato uno dei due aggressori nei pressi della stazione. Alla vista dei militari, l'uomo si è dato alla fuga: è stato fermato in via Cesare Battisti. A finire in manette un 23enne albanese residente a Roccafranca, arrestato con l'accusa di rapina e lesioni personali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna incinta al nono mese presa a calci e pugni per il cellulare

BresciaToday è in caricamento