Pomeriggio da incubo alla fermata del bus: ragazzino aggredito e rapinato

La vittima ha soltanto 14 anni: martedì pomeriggio è stato aggredito alle spalle e rapinato del suo iPhone, valore di mercato oltre i 1000 euro

Foto d'archivio

Un pomeriggio da incubo alla fermata dell'autobus per un ragazzino di appena 14 anni di Roncadelle: era appena sceso dal pullman dopo la scuola, in Via Berlinguer, pronto a percorrere gli ultimi centinaia di metri prima di tornare a casa. Una giornata come tante, e invece no: è stato aggredito alle spalle e rapinato, derubato del suo iPhone appena acquistato e del valore di oltre 1000 euro.

E' successo martedì: al momento nessuna traccia dei rapinatori, ma indagano i carabinieri. Al vaglio degli inquirenti anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza piazzate in zona. Non ci sarebbero testimoni: quando il 14enne è stato aggredito, era da solo.

La rapina in un attimo

L'ipotesi è che i due balordi (perché erano in due, giovani anche loro e forse stranieri) l'abbiano seguito da lontano, dopo aver notato ovviamente il costoso smartphone che aveva tra le mani. Avrebbero poi atteso il momento giusto, lontano da occhi indiscreti.

Sono bastati pochi attimi: placcato da dietro e immobilizzato, probabilmente minacciato con parole tutt'altro che rassicuranti, l'iPhone strappato con la forza e poi uno spintone, prima di fuggire a piedi, a gambe levate.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

Torna su
BresciaToday è in caricamento