Non videro un tumore ai polmoni: indagati due medici

Indagati due medici, accusati di lesioni personali colpose: nonostante una doppia visita non avrebbero rilevato anomalie nei polmoni di un operaio di 61 anni di Roncadelle. Che invece nascondeva un tumore

Foto d'archivio

Due visite in azienda e niente di strano. Una terza visita dal proprio medico e qualcosa invece che non va: altri due specialisti, e l’epilogo che nessuno si sarebbe mai aspettato. Un tumore ai polmoni. Questo è quello che nascondeva nel suo torace un operaio di 61 anni, addetto ai forni di fonderia alla Almag di Roncadelle per quasi un quarto di secolo.

Si era sottoposto a due visite appunto ‘aziendali’: la prima il 13 febbraio 2014, la seconda in settembre. E i due medici non trovano niente: nel primo caso uno specialista in medicina del lavoro e igiene industriale, nel secondo invece un esperto radiologo. Ma pare ci sia nulla nei polmoni dell’operaio.

Ma che comunque si accorge che qualcosa non va: poco meno di un mese dopo, racconta il Giornale di Brescia, il 61enne si presenta con le lastre dal suo medico curante. E la diagnosi è quasi immediata: il polmone destro nasconde qualcosa. Da qui altre due visite specialistiche, in città e a Lumezzane: è davvero un tumore.

I due medici che non videro nulla risultano entrambi indagati, ora sono accusati di lesioni personali colpose. Intanto il 61enne sta lottando con la malattia, da tempo sottoposto a chemioterapia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento