Stop ai nomadi in paese: barriere di cemento per non farli entrare

La soluzione temporanea del Comune di Roncadelle: jersey di cemento nella zona del campo sportivo per non far entrare le roulotte dei nomadi

Foto di repertorio

La “strategia” di Roncadelle per tenere lontani i nomadi dalla zona del palazzetto e del centro sportivo: delle barriere di cemento all’ingresso dei parcheggi, così che i camper e le roulotte non possano entrare e “campeggiare”. Lo scrive il Giornale di Brescia: la soluzione, come specificato dal vicesindaco Paolo Lucca, è ovviamente temporanea. Il prossimo passo sarà l’installazione di apposite sbarre permanenti, che impediscano gli accessi “indesiderati”.

L’area in questione è compresa tra Via Di Vittorio e Via Dalla Chiesa: era stata occupata abusivamente da un campo nomadi, poi sgomberato dal Comune. I nomadi al momento si sono spostati solo di qualche chilometro: se mai dovessero tornare in paese, il municipio fa sapere che verrà immediatamente un’ordinanza di sgombero, con possibile uso della forza pubblica in caso non venisse rispettata.

La barriere temporanee altro non sono che dei grossi e pesanti jersey di cemento che appunto impediscono l’accesso alle aree che già in passato erano state occupate. La questione nomadi a Roncadelle tiene banco da tempo: lo scorso ottobre alcuni cittadini avevano addirittura denunciato il Comune e la Polizia Locale.

Potrebbe interessarti

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • La dieta detox per tornare in forma e depurare l’organismo

  • Abbandono di rifiuti: 200.000 euro di multe in un anno, arrivano le fototrappole

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Bimba di poco più di un mese si spegne in ospedale: "E' volata in cielo"

  • Stroncato dalla malattia, papà di due bambine muore a soli 34 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento