Droga sotto il bancone, in frigorifero e nel bagno: la Questura chiude un locale bresciano

Il blitz lo scorso 22 febbraio. Sospesa la licenza, per 15 giorni, a un circolo di Roncadelle

Foto d'archivio

Cocaina sotto il bancone e nel frigorifero, altra droga in bagno. È quanto hanno trovato gli agenti della Questura di Brescia all’interno di un locale di Roncadelle. Non solo: nel corso del blitz, avvenuto lo scorso 22 febbraio, il nipote del proprietario del circolo privato di Via Vittorio Emanuele II è stato trovato in possesso di 20 grammi di hashish.

“Accertato che il pubblico esercizio è anche risultato essere abituale ritrovo di persone con pregiudizi per reati in materia di stupefacenti”, si legge nella nota diffusa dalla Questura di Brescia, è scattata la temporanea sospensione della licenza. Le serrande si sono abbassate il primo marzo e si potranno rialzare soltanto tra 15 giorni. 

Il circolo è finito nel mirino dei poliziotti durante un servizio straordinario di controllo del territorio. Gli agenti hanno guardato ovunque, scovando, sotto il bancone, un sacchetto in nylon con 12 grammi di cocaina. All’interno di un frigorifero, situato nel ripostiglio, sono stati trovati altri cinque pacchetti di cellophane bianco, contenenti la stessa sostanza stupefacente. Altra droga è stata trovata all’interno del bagno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

Torna su
BresciaToday è in caricamento