Lite al campo nomadi, auto in fuga si schianta e sfonda il cancello di un residente

Tutto è successo in Via Ghislandi a Roncadelle: al termine di una lite, un'auto in fuga ha sfondato il cancello di un residente

Foto d'archivio

La vicenda è tutt'altro che chiara: su quanto accaduto, comunque, già indagano i carabinieri. Sta di fatto che un residente di Via Ghislandi a Roncadelle, la strada che da tempo convive con un accampamento di nomadi, si è trovato il cancello danneggiato, per non dire sfondato, da un'auto che poi si è data alla fuga. 

Il conducente a quanto pare aveva qualcosa da dire a uno dei nomadi presenti al campo. I due si sarebbero inseguiti in auto dopo un alterco, una colluttazione che sarebbe scaturita – ma sono solo ipotesi – o per via di un incidente stradale oppure per un regolamento di conti di una vecchia storia.

Le indagini dei carabinieri

Circostanze su cui indagano i carabinieri. A cui presto dovrebbe arrivare anche la denuncia, per il momento contro ignoti, da parte del proprietario di casa che si è visto sfondato il cancello. Uno dei due protagonisti della zuffa, così sembra, dopo essere strattonato e malmenato se ne sarebbe andato via a gran velocità.

Fuggito a bordo della sua auto, facendo una rapida manovra (in retromarcia) con cui appunto avrebbe sfondato il cancello dell'ignaro residente, prima di andarsene lontano. Il proprietario di casa si è più volte detto esasperato dalla situazione di Via Ghislandi. Tanto da aver deciso di trasferirsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento