Cronaca

La sua casa finisce all'asta, lui si barrica e punta la pistola contro i carabinieri

A dare l'allarme i vicini: quando i carabinieri hanno fatto irruzione nell'abitazione, l'uomo gli ha puntato contro l'arma.

Tensione e paura in un condominio di Romano di Lombardia, comune della Bergamasca, martedì sera. A seminare il panico tra i residenti un 37enne originario di El Salvador: in seguito alla notifica della confisca dell'immobile di sua proprietà, in vista della vendita all’asta giudiziaria, l'uomo ha completamente perso la testa.

I vicini di casa hanno infatti sentito il rumore di diversi colpi d'arma da fuoco provenire dalla sua abitazione e hanno immediatamente dato l'allarme. Sul posto sono intervenuti, con diverse pattuglie, ed equipaggiati con giubbotti antiproiettile, i carabinieri di Treviglio. I militari hanno fatto irruzione nel palazzo, individuando subito l'uomo - regolare in Italia, ma tempo disoccupato- che in mano stringeva una pistola. A quel punto il 37enne si è barricato in casa: i carabinieri sono riusciti ad entrare nell'appartamento, ma una volta dentro l'uomo avrebbe puntato l'arma pure contro di loro. 

Bloccato e disarmato il 37enne, i militari hanno appurato che l'arma era inoffensiva: si trattava di una pistola scacciacani che nel serbatoio aveva dei colpi a salve. Per l'uomo sono scattate le manette per resistenza a Pubblico Ufficiale e, su disposizione del pm, è stato ristretto nelle camere di sicurezza della compagnia di Treviglio in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata di giovedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sua casa finisce all'asta, lui si barrica e punta la pistola contro i carabinieri

BresciaToday è in caricamento