Cronaca

Sotto shock per la morte del padre, si toglie la vita gettandosi nel fiume

A meno di un mese dal probabile suicidio del padre, anche il figlio si è tolto la vita gettandosi nel fiume: dramma familiare tra Vobarno e Roè Volciano

Foto d'archivio

Meno di un mese fa aveva perso il padre, e per lo stesso motivo: si era gettato nel fiume. Pare sia stato questo a portarlo, senza ripensamenti, a compiere il gesto estremo. I soccorritori lo hanno trovato senza vita, incastrato nelle griglie della centralina idroelettrica di Roè Volciano, trascinato per chilometri dalla corrente.

L'allarme è stato lanciato intorno alle 8 dai suoi colleghi di lavoro: solo pochi minuti prima, infatti, dalle telecamere di videosorveglianza avevano notato strani movimenti. Troppo tardi: il 47enne poi trovato morto si era già buttato. E' questa l'ipotesi, l'unica, che suona quasi come una certezza: suicidio, e nulla più.

Abitava a Roè Volciano, era sposato e padre di famiglia: non ci sono parole per raccontare il dolore di una comunità intera, che per quanto possibile cerca di stringersi alla sofferenza di chi in poche settimane deve piangere due lutti. La salma riposa nella camera ardente: sabato pomeriggio i funerali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto shock per la morte del padre, si toglie la vita gettandosi nel fiume

BresciaToday è in caricamento