Nella lite tra vicini di casa spunta una pistola

Gli animi tra due uomini vicini di casa si sono surriscaldati nel giro di pochi minuti. Mentre uno dei due prendeva l’arma, l’atro fortunatamente si è nascosto in casa.

Tutto, fuorché una normale scaramuccia tra vicini di casa. Sabato scorso nel centro di Ludriano, piccola frazione di Roccafranca, un litigio tra due famiglie vicine di casa ha rischiato di trasformarsi in dramma. Fortunatamente uno dei due contendenti ha capito l’aria che tirava e si è rifugiato nella propria abitazione. 

Dalle parole grosse alle accuse, dalle accuse alle minacce, fino a che uno dei due litiganti ha improvvisamente imboccato la via di casa. Il rivale, intuendo che la situazione si stava facendo troppo calda, si è nascosto nella propria abitazione, e col senno di poi ha fatto bene: il proprio vicini infatti è tornato in strada armato di pistola, vera e funzionante. 

Chiamati sul posto, i carabinieri della stazione di Trenzano hanno fermato il focoso cittadino. Nella perquisizione nella sua abitazione sono state trovate diverse armi da fuoco regolarmente denunciate. Ciò non è bastato ad evitare all’uomo un viaggio in caserma, dove è risultato essere incensurato. Da qui l’immediata scarcerazione. 

Potrebbe interessarti

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

  • La dieta detox per tornare in forma e depurare l’organismo

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Stroncato dalla malattia, papà di due bambine muore a soli 34 anni

  • Terribile incidente: schiacciato da 15 tonnellate di acciaio, muore padre di famiglia

Torna su
BresciaToday è in caricamento