Puzza di liquami ammorba l'aria: costretti a vivere con porte e finestre chiuse

Allarme puzza a Roccafranca: un odore insopportabile di liquami suini costringe i residenti a chiudere porte e finestre e a tapparsi il naso, nel tardo pomeriggio ma anche di notte

Porte e finestre sbarrate, nonostante il caldo, per resistere all'insopportabile puzza: succede a Roccafranca, dove i cittadini sono di nuovo in allarme per i fortissimi odori di liquami suini che quasi ogni giorno appestano l'aria del paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo chiamato l'Ats – hanno raccontato alcuni cittadini a Bresciaoggi – ma ci chiedono di firmare denunce che poi diventano carta straccia. Noi chiediamo verifiche serie per arginare un vergognoso spargimento sulla terra e nei corsi d'acqua. Nei fossi abbiamo visto passare liquami in quantità paurosa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento